Il cammino della ricerca

La ricerca medico scientifica sul tumore al seno e sugli altri tumori femminili ha fatto passi da gigante in questi ultimi anni. Ma il cammino è ancora lungo.

Data di pubblicazione: 22/06/2018

La ricerca medico scientifica sul tumore al seno e sugli altri tumori femminili ha fatto passi da gigante in questi ultimi anni. Ma il cammino è ancora lungo. Ecco perché PittaRosso in collaborazione con Pink is good, un progetto di Fondazione Umberto Veronesi, organizza per il sesto anno consecutivo la PittaRosso Pink Parade.

Un’iniziativa di beneficenza per raccogliere fondi a favore della lotta al tumore al seno, all'utero e alle ovaie.

Il tutto si svolgerà il 6 ottobre a Milano con una camminata non competitiva di 5 km per le splendide vie del centro città.

Il ricavato verrà devoluto interamente alla ricerca per fare in modo che l’impegno dei ricercatori non si fermi o si rallenti per nessun motivo.

La ricerca medico scientifica, grazie all’aiuto di tutti, ha fatto passi da gigante, con risultati concreti che fino a pochi anni fa erano impensabili, ma da sola non basta. C’è bisogno di prevenzione e diagnosi precoce.

Per quanto riguarda il tumore al seno, abbiamo preziosi alleati: gli screening di diagnosi precoce. In particolare, la mammografia che in Italia viene proposta ogni due anni gratuitamente e su invito alle donne tra i 50 e i 69 anni. Tuttavia, secondo l’Osservatorio Nazionale Screening, l’adesione al programma delle donne invitate è poco superiore al 56%, con percentuali molto differenti tra nord e sud.

Nella lotta al tumore al seno la prevenzione secondaria, o diagnosi precoce, è l’arma vincente perché “se la malattia viene identificata nelle fasi iniziali e adeguatamente curata la sopravvivenza a cinque anni può arrivare intorno al 90%” (dati Airtum 2018).

Un obiettivo importante è, quindi, fare corretta informazione e sensibilizzazione a tutte le donne affinché quante più possibili aderiscano ai programmi di screening, per intervenire tempestivamente e con la massima efficacia possibile.

Oltre alla prevenzione secondaria esiste anche un’altra forma di prevenzione, detta primaria, che possiamo mettere in pratica ogni giorno, fin da subito: adottare corretti stili di vita in termini di sana alimentazione, adeguato esercizio fisico, e astensione da fumo e alcol.

Per quanto riguarda l’alimentazione, non dovrebbero mai mancare gli ortaggi a foglia come spinaci, cicoria, bietola e lattuga; i cereali, pasta, riso, orzo, farro soprattutto integrali; i legumi, e i grassi vegetali come l’olio extravergine d’oliva. Tra le fonti animali di proteine, meglio privilegiare il pesce e le carni bianche, limitare quanto più possibile le carni rosse, ed evitare salumi insaccati.

Anno dopo anno il tumore al seno è diventato un nemico sempre più debole e più facile da prevenire, ma non ci dobbiamo fermare proprio ora, perché la battaglia non è ancora finita.

Tanto è stato fatto e tanto possiamo ancora fare insieme al vostro contributo. Vi aspettiamo numerosi! Per iscriverti vai qui o nei negozi PittaRosso.

Intervista a Marco Bianchi

Per approfondire insieme i temi della PittaRosso Pink Parade e del mese della prevenzione del tumore al seno, abbiamo intervistato Marco Bianchi, Food Mentor e divulgatore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi.

Leggi

PittaRosso finanzia un progetto di ricerca sui tumori tripli negativi

Pittarosso è al fianco di Fondazione Umberto Veronesi per la lotta contro i tumori femminili. Quest’anno finanzia il progetto di ricerca della dottoressa Alessandra Cataldo che mira a ripristinare il sistema immunitario nei tumori al seno tripli negativi.

Leggi

Studio P.I.N.K.: Aiutaci a migliorare la diagnosi sul tumore al seno

Scopri il progetto che verrà sostenuto con i fondi raccolti nei negozi PittaRosso e con la PittaRosso Pink Parade.

Leggi