#PINKPARADE

Percorso prevenzione: a ogni età, gli step giusti

Eccoci con una nuova tappa del percorso al fianco di Pink is Good nella lotta contro il tumore al seno.
Data di pubblicazione
20 settembre 2016
Eccoci con una nuova tappa del percorso al fianco di Pink is Good, il progetto di Fondazione Umberto Veronesi impegnato nella lotta contro il tumore al seno. Nel nostro sostegno alle donne lungo il cammino della prevenzione, dopo avervi parlato dei passi da fare e da evitare per condurre uno stile di vita sano, oggi vi diamo alcune informazioni utili per tenere sempre sotto controllo le zone che possono interessare la malattia e poter così anticipare il più possibile la diagnosi. Vi ricordiamo infatti che se la malattia viene scoperta in fase precoce la sopravvivenza relativa a 5 anni dalla diagnosi raggiunge il 98%! Cominciamo allora con alcuni step da seguire, divisi per età. Ogni fase della vita ha infatti bisogno di alcuni accorgimenti specifici per poter prevenire il problema!

• Nella fascia d’età 25-40 anni la prevenzione del tumore al seno inizia con l'autopalpazione eseguita con regolarità ogni mese, tra il settimo e il quattordicesimo giorno dopo il ciclo.
• Il secondo step da seguire è sottoporsi periodicamente a una visita senologica, ovvero a un esame clinico completo del seno da parte di un medico specializzato.
• Il terzo passo in questa fase della prevenzione, ma da valutare di caso in caso, è un controllo ancora più specifico: l’ecografia mammaria, da eseguire in seguito a una richiesta del medico.

Quando si superano i 40 anni di età, è necessario aumentare l’allerta e tenere monitorata la zona interessata con qualche accorgimento in più. Vediamo quindi il percorso da seguire in questa fase della vita.

Come per la fascia d’età precedente, i primi step per ottenere una diagnosi precoce sono:
• L’autopalpazione del seno almeno una volta al mese rispettando i giorni consigliati.
• La visita senologica da parte di un medico specializzato.
• L’ecografia mammaria, un'indagine semplice e sicura che si basa sull'emissione di ultrasuoni a bassa frequenza e che permette di distinguere tra le patologie maligne e quelle benigne del seno. Per le donne di questa età, l’ecografia va effettuata 1-2 volte all’anno.

A questi tre passi, per le donne che hanno superato i 40 anni, si aggiunge un quarto e ultimo step:

• La mammografia: un esame effettuato tramite uno strumento che, comprimendo il seno, permette uno screening completo della zona interessata.

Siamo così arrivati all’ultima fascia d’età: le donne che superano i 50 anni. Come per la fase precedente, anche qui la prevenzione si struttura su quattro step:

• Autopalpazione
• Mammografia
• Visita senologica
• Ecografia mammaria


Questi accorgimenti, uniti a uno stile di vita sano possono contribuire in maniera positiva alla prevenzione del tumore al seno. E ora proseguiamo tutti insieme la lotta contro il tumore al seno.