#PINKPARADE

Passo dopo passo: il cammino della ricerca

Nel cammino che PittaRosso sta facendo in collaborazione con Pink is Good, fondamentale è il sostegno dato alla ricerca.
Data di pubblicazione
20 settembre 2016
Nel cammino che PittaRosso sta facendo in collaborazione con Pink is Good, il progetto di Fondazione Umberto Veronesi impegnato nella lotta contro il tumore al seno, una tappa di importanza fondamentale è il sostegno dato alla ricerca. Con una serie di iniziative, PittaRosso sta infatti dando il suo contributo nel percorso di raccolta fondi per poter finanziare i progetti di ricerca intrapresi dalla Fondazione. Fra queste iniziative, vi ricordiamo la PittaRosso Pink Parade, la camminata di beneficenza non competitiva di 5 chilometri, il cui ricavato sarà totalmente devoluto a sostegno del lavoro di 15 ricercatori specializzati nella ricerca contro il tumore al seno, in aggiunta ai 10 sostenuti grazie alla campagna Pink is Good 2013.

Vediamo allora i passi che la ricerca ha fatto in questi anni grazie all’aiuto dato da ognuno di noi. Ogni donazione ha permesso di aggiungere un tassello in più alla lotta contro la malattia, scopriamo insieme i dati positivi:

• Se la malattia è scoperta in fase precoce la sopravvivenza relativa a 5 anni dalla diagnosi raggiunge il 98%! L’impegno concreto di scienziati che hanno deciso di dedicare la loro vita allo studio e alla cura del tumore al seno, ha infatti permesso di accorciare di moltissimo il tempo necessario alla formulazione della diagnosi. Una diagnosi precoce è possibile soprattutto per la diffusione su larga scala di alcuni programmi di screening, come per esempio la mammografia che, dalla seconda metà degli anni ’90, in Italia ha contribuito a determinare una riduzione della mortalità, con una diminuzione degli interventi di mastectomia.

• Negli ultimi 20 anni i tassi di guarigione sono raddoppiati, grazie a diversi fattori, tra cui il miglioramento delle terapie e l’anticipazione diagnostica. Questo è stato un passo fondamentale della ricerca: oltre chirurgia, chemioterapia e radioterapia, i ricercatori continuano a lavorare per individuare soluzioni innovative e nuovi farmaci, in grado di sconfiggere definitivamente il tumore al seno.

• Un ulteriore passo in avanti fatto dai ricercatori riguarda il percorso prevenzione. Lo studio dedicato a questa fase ha dato risultati sorprendenti: è stato scoperto come uno stile di vita sano, che guarda con attenzione al cibo e al movimento, contribuisca a ridurre drasticamente il rischio di ammalarsi. Inoltre, fumo e alcool, accompagnati a una vita sedentaria, sono stati indicati come nemici della prevenzione.

La strada è ancora lunga ma camminando insieme a fianco delle donne in un’esperienza di sforzo collettivo è possibile tagliare traguardi ancora più ambiziosi: il 98% deve diventare 100%. Nessuna donna dovrà aver paura di perdere il sorriso: sconfiggiamo insieme il tumore al seno!