#PINKPARADE

Intervista a Marco Bianchi

Per approfondire insieme i temi della PittaRosso Pink Parade e del mese della prevenzione del tumore al seno, abbiamo intervistato Marco Bianchi, chef-ricercatore e divulgatore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi. 
Data di pubblicazione
11 luglio 2016
Per approfondire insieme i temi della PittaRosso Pink Parade e del mese della prevenzione del tumore al seno, abbiamo intervistato Marco Bianchi, chef-ricercatore e divulgatore scientifico per Fondazione Umberto Veronesi. Parlare con Marco vuol dire assorbire la sua carica d’energia positiva e trasmettere ottimismo, perché seguire i suoi consigli può fare la differenza nella prevenzione.

Lo scorso anno hai partecipato alla PittaRosso Pink Parade e quest’anno ne stai già parlando sui social. Cos’è per te la PittaRosso Pink Parade e cosa ne pensi del progetto PinkRunners che quest’anno porterà le ragazze partecipanti alla mezza maratona di Valencia il 18 ottobre?
È un progetto di salute al 100% che deve coinvolgere più persone possibili. È per questo motivo che sui social non faccio altro che parlarne: la sensibilizzazione deve diventare virale! Analizzando i post relativi alla PinkParade ho sfiorato le 700 mila persone con più di 500 condivisioni.

Cosa assumere o evitare di assumere prima e dopo l’attività fisica?
Dipende dall'attività fisica e dalla persona; ahimè è soggettivo. In linea generale ricordarsi che non esiste miglior integratore dell'acqua e della frutta fresca per il post attività fisica. Per quanto riguarda la benzina per affrontare lo sforzo, ideale è frutta secca e cioccolato anzi... cioccolato e rapa rossa magari attraverso un frullato o un centrifugato assunto circa 2-3 ore prima dell'allenamento. Ricordarsi inoltre che la differenza la fa la dieta di ogni giorno e non quella dell'allenamento.

Se la PittaRosso Pink Parade fosse un piatto?
Un bel piatto di pasta integrale (spaghetti) con una salsa di rapa rossa, aglio e olio extravergine di oliva.

Combattiamo i radicali liberi con frutta e verdura di stagione. Consigli?
Ogni giorno dovremmo consumare almeno 600g del mondo ortofrutta e possibilmente di stagione. Ricordiamoci che i radicali liberi sono immondizia, scarti cellulari che devono esser eliminati con una buona idratazione, verdura, frutta secca e fresca. Una delle cinque porzioni di frutta e verdura consigliate nella giornata può esser assunta sotto forma di succo, frullato, estratto purché non addizionato di zucchero.

Diversi studi scientifici dimostrano come uno stile di vita sano ed equilibrato sia fondamentale nella prevenzione contro il tumore al seno. Voi darci la tua ricetta per uno stile di vita sano?
La ricetta? Attività fisica per 30 minuti al giorno condita con un super piatto unico i cui 2/3 dovrebbero essere di origine vegetale.

Parteciperai quest’anno alla PittaRosso Pink Parade e porterai qualcun altro con te per contribuire ulteriormente alla ricerca? Qualcuno? A soli 15 giorni dall'apertura delle iscrizioni già 25 amici della mia cerchia più stretta si sono iscritti e tanti fan hanno inviato foto delle loro pettorine. Insomma tutto si tingerà di rosa!

Il tuo appello in favore della ricerca.
Ho vissuto per 12 anni il mondo della ricerca scientifica come tecnico di ricerca biochimica. So cosa vuole lavorare in un laboratorio e fare sacrifici. La ricerca è però passione verso l'ignoto e curiosità allo stato puro. Si nasce curiosi, ma dobbiamo esser aiutati per esserlo a favore della salute.